Io nell’Associazione

associazionismo

Patrizia Cottino

Nell’accogliere l’invito ad entrare a far parte e diventare parte attiva in “Vigevano città ideale”, ho sentito di poter cogliere ancora una volta l’opportunità di fare qualcosa, insieme con altre persone di buon senso, nell’intento di migliorare le condizioni esistenziali della nostra città e dei suoi abitanti.

Sono anni che mi impegno sul campo nell’affrontare tematiche e situazioni di carattere socio-educative, che ritengo fondamentali per il benessere della collettività di cui facciamo parte e ne siamo protagonisti.

Far stare bene il resto del mondo per potermi sentir bene è da sempre il mio cavallo di battaglia nel ruolo di educatore, non solo a scuola, ma anche nella quotidianità, nei confronti di chi mi sta accanto.

Desidero condividere con l’Associazione e con la cittadinanza vigevanese,  un ampio discorso di recupero della cultura storica, economica, artistica, ambientale, commerciale, turistica e sociale di una città, la mia città, che necessita urgentemente  e merita di ritrovare i  valori e la forza vitale di un tempo.

Credo molto nel lavoro di squadra e nella comunicazione interpersonale, strumento indispensabile nel rapporto dialettico e costruttivo tra li soggetti operanti nel sistema. Ritengo l’ascolto dell’altro e dei suoi bisogni lo stimolo giusto per riuscire a dare delle risposte adeguate e soddisfacenti, compatibili con le risorse idonee disponibili.

Ho imparato a saper  accogliere le istanze delle persone che esprimono le loro giuste esigenze personali, in linea con altre comuni e non, nel tentativo di riuscire a dare delle risposte esaustive in merito.

La professione di docente mi ha aiutato molto a crescere e a far crescere i ragazzi, accompagnandoli nel difficile compito di trar fuori le potenzialità di ognuno, le aspettative, le aspirazioni, insieme con i genitori, anche in presenza di problematiche familiari difficili.

La nostra Costituzione recita che la salute nel suo complesso, l’istruzione e l’educazione, la solidità della famiglia rappresentano i pilastri portanti su cui si costruisce il benessere dell’individuo e di conseguenza devono essere valorizzati. Vanno pertanto sostenute la prevenzione, la legalità, la solidarietà, la tutela di ciò che investe la persona nella sua interezza e nelle sue manifestazioni, per raggiungere la consapevolezza di sé, nel rispetto della libertà di pensiero, di azione, della dignità dell’altro con cui si crea e si mantiene la convivenza civile.

Continuerò a supportare con fermezza e determinazione, come durante la presidenza della Consulta femminile, l’operato e le iniziative delle associazioni riconosciute che si occupano di salvaguardare, insieme con le Forze dell’Ordine e gli enti assistenziali, le donne vittime di soprusi e di violenze, coinvolgendo al massimo l’opinione pubblica con eventi, movimenti di opinione e di sensibilizzazione.

E con i giovani e per i giovani dovremo adoperarci per trovare degli spazi di aggregazione sana, che supportino molteplici interessi, che li facciano incontrare, pensare, discutere, confrontarsi, per affinare le attitudini, la mente, il conoscere, il sapere, il fare insieme cose belle e utili per migliorare se stessi e donare agli altri il meglio di sé, per diventare grandi,  scegliere e percorrere la strada giusta.

Tutto ciò e altro ancora potrà realizzarsi unicamente attraverso un rapporto sinergico ed estremamente collaborativo dentro l’Associazione e fuori da essa con le Istituzioni in genere, gli enti locali, le associazioni di volontariato, i club di servizio, le agenzie educative di ogni ordine e grado, le famiglie, per concertare e concretizzare iniziative e progetti d’interesse comune, finalizzati alla informazione, alla conoscenza adeguata del territorio, alla partecipazione attiva, al miglioramento continuo della vita cittadina.

Questi sono gli obiettivi della nostra associazione, che vorremmo fossero interpretati quali espressione chiara del nostro crederci ed esserci, del desiderio comune di mettersi ancora in gioco e in discussione, di vivere e condividere una nuova avventura con chi accetta di camminare con noi.

Autrice

Foto Patrizia

PATRIZIA COTTINO
INSEGNANTE / SOCIA FONDATRICE

Leggi biografia completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *